AMMUCCARI

February 3, 2018

 

Se vi dicessi che sono il regista più ricco, bello e simpatico del mondo e voi ci credeste sulla parola, potrei dirvi che vi siete “ammuccati” una fesseria e cioè che avete letteralmente ingoiato una falsità oppure che avete abboccato come un pesce e quindi creduto a una mia bugia.
In Sicilia utilizziamo un gesto specifico per rappresentarlo che equivale al gesto che esprime l’atto del mangiare con la mano chiusa a carciofo che, ondulando avanti e indietro di fronte la  bocca aperta, sta proprio a simboleggiare l’atto del portare cibo alla bocca.
Nel caso dell’ “ammuccari” però la differenza di significato viene data dall’espressione del viso a esso combinato che spesso corrisponde a occhi dilatati, inarcamento del sopracciglio a mo’ di scherno e una piccola inclinazione della testa.
Uno degli espetti più straordinari della grammatica gestuale siciliana è proprio questa: la combinazione tra l’espressione del viso e il gesto delle mani.
Infatti, sarebbe incompleto ed errato osservare esclusivamente il movimento degli arti superiori poiché l’abbinamento della corretta micro-mimica facciale può generare significati completamente diversi da utilizzare a seconda dei discorsi.
Basti pensare, infatti, che lo stesso gesto può essere utilizzato con sarcasmo per dire simbolicamente che un politico “ha mangiato” i soldi pubblici oppure ancora per fare un complimento a qualcuno che ha raggiunto un ottimo risultato (ottenuto un nuovo posto di lavoro, ricevuto/vinto soldi, conquistato una bella ragazza). In questo caso, però, al gesto viene aggiunto l’aspetto verbale e con un pizzico di ironia si esclama: “Ammuccamu!

 

 

 

WHEN THE ACT OF EATING DOES NOT ONLY TO FOOD

 

If I told you I am the richest, most pleasant director in the world and you believed me, you would ammuccàri (swallow) my lie. In Sicily we use the same gesture as for the act of eating, with the hand closed as an artichoke waving back and forth towards the mouth: the difference is in the expression with dilated eyes, mocking arched eyebrows and tilted head.

An amazing side of Sicilian gestural grammar is the combination of face expression and hand gesture which can produce totally different meanings. This gesture, for instance, can also be used ironically for a politician who symbolically “ate” public money, or to congratulate someone who has achieved a good result (a new job, money, a beautiful girl). In this case ammuccamu (“let’s swallow”) is supported by the gesture and a hint of irony.

Please reload

Post recenti

November 3, 2019

September 3, 2019

August 5, 2019

July 3, 2019

Please reload

Archivio
Please reload

Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square